logodanise

info & Contatti

danisescugnizzodeljazz@gmail.com


facebook
twitter
youtube

facebook
twitter
youtube
tumblr

 

Danise/blog

19/10/2019, 20:01

cittadino, patria, patriottismo, danise, scugnizzo,



Il-buon-cittadino-sta-al-proprio-paese-come-il-buon-figlio-alla-propria-madre.-


 Max Raffery, sovrintendente scolastico dello Stato della California, dà la seguente definizione del buon cittadino: Il buon cittadino sta al proprio paese come il buon figlio alla propria madre.



Il fatto che noi comprendiamo perché gli individui si comportano in un determinato modo ci aiuta a capire perché gruppi di persone, ad esempio le nazioni, agiscono nel modo che sappiamo?  

E’ importante porsi questo interrogativo, perché, qualora non ce lo poniamo e non torniamo una risposta immediata, può darsi che non abbia molto senso occuparci degli individuata, può darsi che non abbia molto senso occuparci degli individui. "Credere davvero che un uomo sia un essere  razionale?! 

Chiese il Senatore William Fulbright a una seduta del Comitato Sanatoriale per i Rapporti con l’Estero. 

"Nel Vietnam", egli proseguì. " per dare la possibilità di votare a un popolo che non ha mai votato siamo pronti a uccidere migliaia di persone. 

Una cosa simile mi sembra irrazionale." 

Dato che i modelli del comportamento, sia collettivi che individuali, si trasmettono da una generazione all’altra tramite il Genitore, è importante che una nazione, alla pari di un individuo, eserciti una critica scrupolosa sulla istituzioni e il costume esistenti.  

Gli Stati Uniti offrono una grande libertà per l’esercizio di questo vigore esercitiamo questa libertà. 

A volte difendiamo il nostro Genitore nazionale, o collettivo, con notevole cecità e sembriamo dimenticare che altre nazioni fanno lo stesso.  

Chiamiamo la difesa del nostro paese "patriottismo", e quella di altri paesi "schiavitù". In una certa misura tutte le nazioni vivono al di là di una cortina. E forse si tratta della stessa cortina.  

Max Raffery, sovrintendente scolastico dello Stato della California, dà la seguente definizione del buon cittadino: Il buon cittadino sta al proprio paese come il buon figlio alla propria madre.       

Egli le ubbidisce perché essa è più anziana di lui, perché essa riunisce in sé la visione di molti e perché egli le deve riconoscenza per averlo messo al mondo curato.     

  Egli la onora sopra ogni altra persona, ponendola entro il suo cuore in una nicchia speciale, di fronte alla quale sono perennemente accese le candele del rispetto e dell’ammirazione.    

  Egli la difende contro ogni nemico, e considera la propria vita den spesa nell’interesse di lei.       

Sopra ogni altra cosa , egli l’ama profondamente e senza ostentazione, sapendo che, sebbene questo privilegio sia condiviso da altri, la natura del suo affetto è unica e personale; esso sgorga dalle sorgenti più profonde del suo essere ed è ricambiato in pari misura.        

Questo è il buon cittadino. Finché la sua specie prevarrò, la Grande Repubblica prospererà. 
09/10/2019, 20:36

musica, dio, spiritualit, jazz, danise,



"MUSICA,-POESIA-E-OLTRE".-Jazz-e-altro...-


 Così per alcuni Jazz Music sarebbe quindi stata "Musica da eiaculazione"...



Musica, Poesia e oltre vuole unire tutti i possibili linguaggi che esprimono arte, come si faceva un tempo, non c’era parola senza melodia e non c’erano melodie senza testo. Se l’Italia,negli ultimi 20 anni, avesse investito sulla cultura, magari su un politecnico delle arti, oggi sarebbe, non solo a parole, la Patria dell’arte mondiale. A pagina 80 parlo del Jazz, molti associano la parola Jazz al gergale to jizz (jism), parola sconcia che indica la virilità maschile o l’atto di eiaculare. Così per alcuni Jazz Music sarebbe quindi stata "Musica da eiaculazione"...
Continua a leggere: 

Una copia in omaggio se ti iscrivi alla newsletter : 

https://danise.it/contatti



13/08/2019, 18:50

crisi di governo, Mattarella, presidente della repubblica, presidente del consiglio,



Mattarella-ha-deciso---Risoluzione-della-crisi-di-governo-Governo-bis:-nomina-di-un-nuovo-governo,-presieduto-dallo-stesso-presidente-del-Consiglio-dei-ministri,-con-modifiche-della-compagine-ministeriale;


 Governo-bis: nomina di un nuovo governo, presieduto dallo stesso presidente del Consiglio dei ministri, con modifiche della compagine ministeriale;



È possibile distinguere le crisi parlamentari dalle crisi extraparlamentari. Le crisi parlamentari nascono da una votazione contraria sulla questione di fiducia o sul voto di fiducia, o favorevole ad una mozione di sfiducia; le crisi extraparlamentari, invece, si aprono in conseguenza di una crisi politica all’interno della maggioranza che sostiene il governo, a causa della quale quest’ultimo non ha la possibilità di far approvare i provvedimenti necessari alla propria azione e ne trae le conseguenze politiche dimettendosi, pur in assenza di un voto formale.

Per converso, l’accezione opposta si accompagna alla tesi della sostanziale natura elusiva dell’ortodossia costituzionale, da parte della crisi extraparlamentare: una mozione a prima firma di Oscar Luigi Scalfaro fu discussa il 14 gennaio 1991 dalla Camera dei deputati, per sostenere che in qualunque caso di dimissioni il Governo dovesse preventivamente informarne il Parlamento[2]. La mozione non ebbe seguito.

Risoluzione della crisi di governo.

Il presidente della Repubblica, in Italia, è colui che ricostituisce la fisiologia del "circuito democratico" mediante l’esercizio di sue precise attribuzioni .Dopo aver ascoltato una serie di rilevanti personalità politiche (leader di partito, capogruppo parlamentari, presidenti di Camera e Senato) può adottare diverse soluzioni in caso di crisi di governo:

Rinvio alle camere: rinvio del governo alle camere per la verifica della sussistenza del rapporto fiduciario in entrambi i rami del parlamento;

Governo-bis: nomina di un nuovo governo, presieduto dallo stesso presidente del Consiglio dei ministri, con modifiche della compagine ministeriale;

Nomina di un nuovo presidente all’interno della stessa maggioranza oppure espressione di una maggioranza differente da quella che sosteneva il governo uscente;

Elezioni anticipate: il presidente della Repubblica scioglie le camere ed indice nuove elezioni.


12317
Web agency - Creazione siti web Catania